giovedì 13 dicembre 2018mappeYouTube Channelfacebook
logo

Monumenti

Cippo Littorio
ALLE GRANDI MANOVRE DELL'ESERCITO NELL'ANNO XIV E. F. I. DELL'IMPERO FU TEATRO L'IRPINIA BOCCA E TERMINE IL PIANO DEL DRAGONE DA QUESTO ROCCIO DI TOPPOLO L' 11 AGOSTO 1936 VITTORIO EMANUELE E BENITO MUSSOLINI PRESENTI I PRINCIPI DI CASA SAVOIA GLI ALTI GERARCHI DEL REGIME LE DELEGAZIONI STRANIERE VIDERO SFILARE AL COMANDO DI S. A. IL PRINCIPE IL REGIO ESERCITO BANDIERE E UOMINI ARMATI SIMBOLI E STRUMENTI DI POTENZA ONORE E DI PACE AL MONDO.Questa è l'epigrafe, dettata dall'On. De Marsico e scolpita sulla stele di pietra trentina monolitica, eretta sul Toppolo Reale al nord-est della Piana del Dragone, nella quale il 31 agosto del 1936 si svolge una eccezionale rassegna delle Forze Armate dell'Italia Fascista. Alla presenza del Re, del Duce, di S. A. R. la Duchessa d'Aosta, madre del Duca d'Aosta e del Duca di Bergamo, del Maresciallo Badoglio, del Sottosegretario alla guerra, del Principe Chan Manmuokhan dell'Afghanistan, del Segretario del Partito Fascista, dei membri del Governo, dei Marescialli d'Italia, dei più alti gradi delle Forze Armate Italiane e di numerosissimi addetti militari esteri, si concludevano le grandi manovre dell'anno XIV dell'Era Fascista e del I anno dell'Impero, in uno scenario definito grandioso e maestoso dai giornali dell'epoca, i quali ricercarono le più altisonanti parole per mettere in evidenza la superba forza e "la grandezza imponente" della massa guerriera compatta, snodabile, unita nei suoi grossi blocchi di cuori e di armi, attorno ai vessilli dei reggimenti, al vento ed ai rispettivi Comandanti". (Dal Quotidiano di Roma 1.9.1936) La Piana del Dragone, otto chilometri di ampiezza, cinta da verdeggianti e boscose colline si prestò da storico palcoscenico che vide schierati “sessantamila uomini, duecento carri armati, quattrocento cannoni, quattrocento mortai, tremila mitragliatrici, duemila autocarri”; in imponenti esercitazioni belliche tra due schieramenti che con fierezza si contendevano il primato. L’eccezionale evento rientrava nel progetto di Mussolini di infervorare un popolo in crisi che da lì a poco avrebbe intrapreso, purtroppo, la catastrofica e micidiale strada della guerra.
Copyright © Pro Loco Volturara Irpina (AV). Tutti i diritti riservati. Realizzato da Doals.
www.proloco-volturara.com Sito ufficiale della Pro Loco di Volturara Irpina (AV) - Campania - Italia